Image Alt

eFlor

Piante tintorie

di Vivai Beltrame

Tra i nostri vivai diamo il benvenuto a Vivai Beltrame che collaborano con Emina Batik nella produzione di svariate piante tintorie partendo dal seme sino alla trasformazione delle stesse in colorante naturale.
Rosso, blu, giallo, verde sono colori simbolici e hanno storia antica. Qui vediamo alcune piante tintorie con le loro caratteristiche e usi.

ROBBIA
Il colore rosso è stato il primo ad essere esplorato dall’uomo in pitture ed in tintura. 
Considerato anche il color per eccellenza. Simbolo della ricchezza, del potere (Papi ed Imperatori), simbolo d’onore e di merito (stendere il tappeto rosso). Il colore del divieto (semaforo rosso), della Resistenza e dell’azione (Armata rossa). Indica un eventuale rischio o un soccorso (croce rossa). Il colore del sangue di Cristo e della donna. Della morte e dell’espressione del mistero della vita.

La rubia tinctorum è di origine asiatica ma è stata introdotta in Europa e coltivata sin dal Medioevo. L’Italia e la parte meridionale della Francia detenevano il titolo di migliori produttori. Nel 1800 la robbia era un bene preziosissimo, oltre ad essere un traino economico fondamentale.

GUADO
Il valore simbolico attribuito al blu è cambiato nei secoli. I romani e greci lo consideravano il colore dei barbari. Nel Medioevo è iniziata la fase di riabilitazione di questo colore in cui è diventato il colore della lealtà e del coraggio. Diventando nel Rinascimento il colore della nobiltà. Oggi lo si vede sulla bandiera Europea e quella dell’Onu, oltre ad essere uno dei colori più amati in generale.

Durante il colonialismo la pianta di guado è stata esportata in America, dove ha iniziato ad essere coltivata in modo massivo per essere impiegata nella tintura degli abiti da lavoro (Denim). Il principio attivo di questa pianta è l’indigotina.

Questa pianta ha inoltre proprietà mediche (anti tumorali, drenanti) e alimentari.

COTONE
Il cotone è una pianta molto conosciuta per i suoi usi tessili. Infatti i batuffoli che ricoprono il seme della pianta di cotone vengono usati per creare tessuti di diversi spessori. L’uomo conosce la tessitura sin dal 7000 a.C.

L’Europa ha conosciuto questa pianta intorno all’anno mille, è stata lentamente usata in campo tessile e veniva considerata una fibra di lusso al pari della seta.

In America venne scoperta una specie diversa della stessa pianta asiatica e subito venne coltivata in modo massivo, raggiungendo l’apice nel 1792.

ALTEA NERA
L’altea è una bella pianta a fiore nero con portamento eretto dalle molteplici proprietà.
Non è una pianta storicamente usata per tingere ma se usata per questo scopo dona tonalità dal giallo al verde oliva.

Gli usi già comuni di questa pianta sono di carattere erboristico e agricolo. Infatti le radici vengono però impiegate come maschera per i capelli, mentre ad uso farmacologico si impiega per la protezione delle mucose.

Studi dimostrano inoltre che la coltivazione di Altea aiuta l’eliminazione di metalli pesanti dal terreno.

#lanaturanonsiferma #difendiamolabellezza
Segui Emina Batik su instagram e Vivai Beltrame su facebook

Segui eFLOR su facebook e instagram
#ilnostrogiardinoeilmondointero

Post a Comment